The Social Post http://www.thesocialpost.it Informazione a 360° 2017-12-17T16:00:43+00:00 it-IT Rigopiano, il padre di una vittima: “Devono pagare dal primo all’ultimo” http://www.thesocialpost.it/2017/11/14/rigopiano-padre-vittima-devono-pagare-primo-ultimo/ http://www.thesocialpost.it/?p=233206&nanalab-fbia=test 2017-11-14T15:13:13+00:00 Silvia Nazzareni Marinella Colangeli lavorava all'hotel Rigopiano: dal 18 gennaio scorso, i suoi genitori si chiedono se qualcosa (o qualcuno) avrebbe potuto evitare la sua morte

Rigopiano, il padre di una vittima: “Devono pagare dal primo all’ultimo”

Marinella Colangeli lavorava all'hotel Rigopiano: dal 18 gennaio scorso, i suoi genitori si chiedono se qualcosa (o qualcuno) avrebbe potuto evitare la sua morte

Cronaca

Silvia Nazzareni

Marinella Colangeli, lo scorso 18 gennaio, era all’Hotel Rigopiano di Farindola. Stava lavorando (era la responsabile della Spa) ma, come tutti quel giorno, era preoccupata: la neve continuava a scendere imperterrita, e la montagna minacciava di farsi sentire. Si coglievano le prime scosse di terremoto. Alle 16.49, ogni persona presente all’Hotel Ricopiano è stata travolta dalla forza distruttiva di una valanga che ha spezzato 29 vittime, tra cui quella di Marinella. Un anno dopo, i suoi genitori si chiedono ancora cosa sia successo, su quella montagna, quasi un anno fa.

Come fantasmi

La vita di Nicola Colangiti, 69 anni, e di sua moglie, è quella di due fantasmi: “La nostra vita è un inferno. Il giorno provi a lavorare ma la notte... La notte non passa mai. Mia moglie è imbottita di medicine, io non riesco a dormire” dice a Quotidiano.net. Marinella è morta subito dopo aver scambiato, al cellulare, qualche parola con la sorella: "Marinella quel pomeriggio stava parlando al telefono con la sorella che abita a Penne. Era crollato un supermercato, chiedeva se c’erano stati morti. L’altra mia figlia, Antonella, ha fatto solo in tempo a rispondere di no, su questo la linea s’è interrotta. Erano le 16.49: in quel momento è finito tutto". Alle 16.49, la montagna schiaccia l’hotel, lo sposta dalla sua sede di parecchi metri, fa rotolare con lui le persone al suo interno. Qualcuno si salverà, grazie a un misto di fortuna, caso e bravura nei soccorsi.

Rimane solo la rabbia

Ai Colangeli non rimane che il ricordo della figlia, e la rabbia per una tragedia che era un po’ attesa: "Si dovevano pulire solo nove chilometri di strada, nove chilometri capito? Nel 2017 non si può morire come topi. Non si possono lasciare quaranta persone così, con ’sti mezzi che stanno per il mondo, dopo la disgrazia sono arrivati persino dalla Svizzera". Per Colangeli, si poteva prevedere quello che è successo: "Tutti sapevano che tempo faceva e quanta neve sarebbe caduta. Ci voleva la turbina, le strade di montagna qui si sono sempre pulite così. Io più che al prefetto vorrei chiedere perché alla Provincia e alla Regione. Avevano garantito la massima sicurezza. Invece dal 17 si è bloccato tutto ed ora eccoci qua. Devono pagare, dal primo all’ultimo".

A Ricopiano ci sono ancora i segni della tragedia. I camion corrono sulla strada che porta a Farindola, perché ci sono ancora tante macerie da portare via. Per Nicola Colangeli, è solo un motivo per provare ancora più rabbia: “Cosa vengono a fare qui, cosa cercano? Sotto queste macerie sono seppelliti i nostri ricordi. Ci hanno restituito il cellulare di Marinella, ma è in condizioni pessime. Là sotto ci sono le valigie di nostra figlia, aspettiamo di riaverle, come tutti”.

TUTTI GLI ALTRI ARTICOLI SU RIGOPIANO

rigopiano
]]>
Il difficile passato di Nicolò Raniolo, affetto da autismo e dislessia http://www.thesocialpost.it/2017/11/14/difficile-passato-nicolo-raniolo-affetto-autismo-dislessia/ http://www.thesocialpost.it/?p=233189&nanalab-fbia=test 2017-11-14T12:51:01+00:00 Monica Iacobucci Lo ha raccontato nel corso di un'esterna, confessando: "Costretto a contare sull'insegnante di sostegno"

Ceciclia Rodriguez: “Sarei contenta se Francesco avesse un’altra”

Dopo i rumors che vedrebbero Francesco Monte accanto a una nuova ragazza, a parlare è l'ex Cecilia che si dichiara felice al pensiero e sottolinea l'affetto che la lega ancora a lui

Gossip e Spettacolo

Carlotta Genta

Cecilia Rodriguez commenta le voci che vedrebbero Francesco Monte al fianco di una nuova e misteriosa ragazza. La bella modella argentina si dichiara felice nel pensare al suo ex finalmente più sereno.

La nuova e misteriosa ragazza

I riflettori sono ancora puntati sulla coppia più chiacchierata dell'ultimo periodo, composta da Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser; intanto però c'è chi deve raccogliere i cocci delle delusioni nate dall'amore scoccato nella casa. Francesco Monte, ex della bella Cecilia, sembra però essere riuscito a voltare pagina e, nonostante solo poche settimane fa dichiarasse apertamente di amare ancora la sua ex fidanzata, c'è chi afferma che affianco a lui ci sia già una nuova e misteriosa ragazza.

Cecilia ne sarebbe felice

A commentare i rumors degli ultimi giorni è stata proprio Chechu che, in un'intervista al settimanale di gossip Vero, ha affermato: "Vederlo con un’altra? Non ho nessun problema, anzi, sarei contenta se avesse davvero un’altra. Io ho trovato una persona che credo sia giusta per me e spero che anche lui trovi qualcuno che lo faccia stare bene. È normale andare avanti. Il nostro chiarimento è stato molto amichevole. Io e Francesco ci siamo amati tantissimo, ci siamo rispettati e tra di noi c’è ancora tanto affetto". Pare quindi che, nonostante il cuore batta per un altro uomo, per la sorella di Belén l'affetto che da 4 anni la teneva legata a Monte rimanga ancora saldo.

Una foto del confronto fra Cecilia e Francesco nella casa del GF

Una foto del confronto fra Cecilia e Francesco nella casa del GF

E l'Isola dei Famosi?

Diverse voci si sono susseguite in questi mesi sul bel Francesco, prima fra tutte la partecipazione all' Isola dei Famosi che Monte ha commentato così: "Non ho ancora ricevuto nessuna conferma anche se tutti danno per scontato che succederà. Io dico solo che ci andrei di corsa, è un’esperienza che mi piacerebbe vivere“.  Sembra quindi non essere ancora al 100% sicura la sua presenza nel reality, anche se a marzo lo vedremo certamente recitare in televisione nella serie Furore 2, per la quale l'ex tronista afferma di aver studiato e lavorato duramente. Adesso però non ci resta che aspettare e capire se tutti i gossip che in questo periodo lo hanno visto protagonista siano effettivamente veri oppure no.

Una delle tante foto postate sui social quando Cecilia e Frncesco stavano insieme

Una delle tante foto postate sui social quando Cecilia e Frncesco stavano insieme

]]>
Alfano: Italia pronta a costituirsi come parte civile nel processo di Cesare Battisti http://www.thesocialpost.it/2017/11/14/alfano-italia-processo-battisti/ http://www.thesocialpost.it/?p=233140&nanalab-fbia=test 2017-11-14T11:49:11+00:00 Federico Actis Il ministro degli Esteri Angelino Alfano, nella conferenza stampa tenuta alla Farnesina, ha rilasciato nuove dichiarazione in merito al caso Cesare Battisti

Casalinga di 58 anni denunciata: aveva postato una barzelletta sui Carabinieri

Denunciata dopo aver postato una barzelletta sui Carbinieri: è il caso della casalinga di Trento considerata colpevole di vilipendio alle forze armate

Attualità

Carlotta Genta

È da generazioni che, in un modo o nell'atro e per motivi diversi, i Carabinieri sono sempre stati oggetto di battute e scherzi bonari; a questa casalinga di Trento, però, postare su Facebook una barzelletta proprio sulle forze dell'ordine è costato una denuncia. Oltre all'autrice del breve e poco apprezzato racconto, le forze dell'ordine di Sestri Levante hanno accusato anche l'amministratrice della pagina social su cui la barzelletta è stata pubblicata: avrebbe dovuto eliminare subito il post.

Sono state denunciate due donne

58 anni e la voglia di condividere alla popolazione dei social network quella che pensava essere un'innocente battuta sui Carabinieri, ma la barzelletta scherzosamente pubblicata su Facebook da una casalinga di Trento non è stata apprezzata come si sarebbe immaginato. La donna non avrebbe mai più pensato che la storiella scritta e condivisa poco tempo prima su una pagina Facebook nata a Casarza Ligure, in provincia di Genova, le sarebbe costata una denuncia. La querela è però arrivata e vede la casalinga 58enne colpevole di vilipendio alle forze armate. Come ha raccontato il quotidiano ligure Il Secolo XIX oltre all'autrice della barzelletta, i militari di Sestri Levante hanno denunciato anche un'altra donna. Secondo loro la 36enne amministratrice della pagina Facebook incriminata sarebbe infatti responsabile in egual modo, non essendo immediatamente intervenuta per eliminare la spiacevole beffa.

La decisione passa al giudice

Dopo quanto accaduto la barzelletta è stata subito cancellata dal social network, gesto accompagnato da profonde scuse da parte delle due donne. La denuncia, però, è stata fatta; non ci resta che attendere e capire quali saranno le decisioni del giudice in merito a questa storia piuttosto particolare, soprattutto se si tiene conto del vastissimo numero di pagine Facebook interamente dedicate allo scherno nei confronti dell'Arma dei Carabinieri contro le quali, però, non sono mai stati presi provvedimenti, o almeno fino a questo momento.

]]>
Dichiarazione redditi: i cittadini non dovranno più presentarla http://www.thesocialpost.it/2017/11/14/dichiarazione-redditi-cittadini-non-presentarla/ http://www.thesocialpost.it/?p=232953&nanalab-fbia=test 2017-11-14T11:36:30+00:00 Tiziana Virdi Entro 5 anni i cittadini non dovranno più presentare la dichiarazione dei redditi ma ci sono altre novità che riguardano il Fisco

Igor il Russo accetta l’estradizione: prossimo processo in Italia

Il killer di Budrio, ora sotto processo in Spagna, verrà poi trasferito nel nostro Paese per essere giudicato

Cronaca

Silvia Nazzareni

Il killer di Budrio ha accettato l'estradizione in Italia. Norbert Feher, alias Igor il Russo, è stato interrogato in Spagna presso il Tribunale di Alcaniz (Teruel, Aragona) ed ha spiegato al giudice Carmen Lamela di trovarsi in Spagna dal settembre scorso, ma di essere disponibile a tornare in Italia.

Due paesi, due processi

Attualmente, comunque, Igor il Russo rimarrà in Spagna, fino alla sentenza del Tribunale Nazionale che lo giudicherà per gli omicidi avvenuti in Spagna: durante la cattura, infatti, il killer ha ucciso due agenti, Victor Jesus Caballero e Victori Perez, e il pastore José Luis Iranzo. Sul suo capo pende comunque un mandato di cattura europeo, e il giudice dovrà tenerne conto: il killer di Budrio tornerà in Italia per essere processato per i crimini commessi nel nostro Paese.

Una cattura difficile

L'arresto di Igor il Russo non è stato semplice: nello scontro tra le forze dell'ordine spagnole e il killer sono morti due agenti e 1 civile e la cattura è stata possibile solo perché l'uomo avrebbe sbandato con la macchina sulla quale stava scappando (un veicolo rubato) e, finendo fuori strada, avrebbe perso i sensi. In quel momento, il killer aveva con sé un piccolo arsenale di armi da fuoco: 4 pistole, di cui una probabilmente sarebbe quella con cui ha ucciso anche in Italia.

]]>
Edith Eger: sopravvissuta ad Auschwitz grazie al talento per il ballo http://www.thesocialpost.it/2017/11/14/edith-eger-sopravvissuta-auschwitz-grazie-talento-ballo/ http://www.thesocialpost.it/?p=232704&nanalab-fbia=test 2017-11-14T11:11:55+00:00 Veronica Caliandro Catturata dai nazisti a soli 16 anni, Edith Eger riuscì a salvarsi dai campi di concentramenti dopo aver iniziato a ballare per il dottor Mengele, conosciuto come l'Angelo della Morte

Wanda Nara si racconta a Verissimo: pace fatta con Maxi Lopez, ora felice con Icardi

Moglie e manager del capitano dell'Inter, l'ex di Maxi Lopez svela i segreti del loro rapporto e qualche retroscena sul capocannoniere

Gossip e Spettacolo

Monica Iacobucci

Da subito colpo di fulmine, ma le basi sono state costruite con cura e convinzione. E così l'intesa si è subito stabilizzata su due piani differenti: quello dei sentimenti, e quello lavorativo. Wanda Nara, infatti, non è solo l'attuale moglie del capitano dell'Inter Mauro Icardi, ma anche la sua manger. 

E con Maxi Lopez? La celebre bionda ha naturalmente toccato anche l'argomento ex, ospite di Silvia Toffanin a Verissimo. Insomma una confidenza a tutti gli effetti che ripercorre le tappe più salienti della sua vita.

Con Maxi Lopez rapporto tranquillo

Quando la Nara si è imbattuta per la prima volta nel capocannoniere, con Maxi Lopez la storia era già sepolta. "Con lui è stato un colpo di fulmine totale. Avevo già chiuso con Maxi Lopez prima di conoscerlo" racconta la Wanda. "Ero sicura da subito che fosse una cosa seria".

"Mi fidavo tantissimo di Mauro se no non l’avrei presentato ai miei figli". Si riferisce a Valentino Lopez e Benedicto Lopez, nati dal primo matrimonio con Maxi Lopez, con cui la Nara è stata sposata dal 2008 al 2013. "Il tempo cura tutto. Ora siamo più tranquilli" dice riferendosi all'ex marito.

Pace fatta tra Wanda Nara, Icardi e Maxi Lopez

Pace fatta tra Wanda Nara, Icardi e Maxi Lopez

L'amore per Icardi sotto i colori dell'Inter

Dal 2014, invece, Wanda Nara è sposata con Mauro Icardi, capitano nerazzurro. Ma il loro rapporto va oltre le mura di casa e corre sul campo. La bionda argentina, infatti, è anche la sua manger. "Sono sempre stata la manager di me stessa in Argentina" rivela a Silvia Toffanin. "Mauro stava chiudendo il suo contratto con il suo manager e ha iniziato a chiedermi dei consigli, così piano piano, sono diventata la sua manager. All'inizio, nel mondo del calcio mi guardavano in modo strano, ma molti hanno cambiato idea. Difendo quello che devo difendere, ma con Mauro capocannoniere e con il campionato che sta facendo è facile".

La manager e moglie di Icardi guarda al futuro di suo marito, che a quanto pare ha la testa solo all'Inter. "Il cuore di Mauro e dei nostri bambini è nerazzurro. Speriamo stia sempre all'Inter. Dipende dalla società. Non si sa nulla sul Real Madrid, non dico no e non dico sì. Se fosse per Mauro, lui rimarrebbe all'Inter per tutta la vita, ma poi ci sono altre cose e non si sa, speriamo di sì".

]]>
Gatto accusato del tentato omicidio di un’anziana http://www.thesocialpost.it/2017/11/14/gatto-accusato-del-tentato-omicidio-unanziana/ http://www.thesocialpost.it/?p=233112&nanalab-fbia=test 2017-11-14T11:08:52+00:00 Valentina Ciambrone In Giappone un gatto è il primo sospettato in un caso di tentato omicidio. Avrebbe colpito e lasciato in una pozza di sangue una anziana

Orlando su Boschi e prossime elezioni: “Ha i titoli per ricandidarsi”

Nei giorni della riesplosione dello scandalo banche, il ministro Orlando si sbilancia su Maria Elena Boschi, non escludendo un suo ruolo alle elezioni

Politica

Silvia Nazzareni

Matteo Renzi da rottamatore a rottamabile, Maria Elena Boschi da Donna Etruria a possibile prossima candidata. Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando sembra avere le idee chiare su come dovrebbe essere scelto il candidato PD per le prossime politiche, e le espone al termine dell'Assemblea Dems.

Alla fine di un monologo in cui ha cercato in maniera plateale di non finire sul discorso Etruria, il giro di domande lo costringe a sbilanciarsi, e a quel punto lui lo fa in modo chiaro e netto. E, a sorpresa di molti (ma forse non di tutti) ritiene papabili per le politiche anche figure che in questo momento sono nell'occhio del ciclone: proprio come Maria Elena Boschi, che esattamente nei giorni in cui cerca di non rimanere schiacciata dal "masso Etruria", si ritrova a essere citata come una possibile prossimo membro di governo.

Andrea Orlando e Maria Elena Boschi in Parlamento

Andrea Orlando e Maria Elena Boschi in Parlamento

Orlando: "Commissione Banche un errore"

Andrea Orlando, sul tema Boschi, gioca al cerchiobottismo ma mantiene un sorprendente atteggiamento possibilista: "Ha fatto un lavoro importante che va riconosciuto. Io chiedo che si mettano in campo le candidature che sono in grado di farci prendere più voti. Sulla candidatura della Boschi si deve ragionare, come su quella di tutti noi". Insomma, Maria Elena Boschi "ha i titoli per ricandidarsi" ma occorre essere cauti, per Orlando: "Penso che sia giusta una valutazione del partito per stabilire chi può portare più voti o meno voti". E in questo momento, a livello d'immagine, la Boschi non porta al partito grande positività e garanzie di devozione da parte delle masse. Un problema nasce sicuramente dalla Commissione Banche, per il ministro di Giustizia: "Fare la Commissione banche, mettere la questione su un ring, è stato un boomerang".

Matteo Renzi, invece, rimane insalvabile per Orlando: "A dir la verità non si immagina premier lui stesso, visto che ne cita diversi altri. Se ci fossero chance, non lo ostacolerei. Ma non vedo come, mi pare davvero complicato in un quadro di coalizione".

]]>